Piazza 15 Martiri (Madonna della pace) , 00020 AGOSTA(RM)     |     cmaniene@pec.it     |     0774.829201/02
  • lang0

Vallepietra

www.comunevallepietra.it

[caption id="attachment_4142" align="alignleft" width="150" caption="Veduta di Vallepietra"][/caption]

Il paesino di Vallepietra, noto ai più per il celebre Santuario, sorge a 826 m s.l.m. su uno sperone di roccia arroccato per ragioni difensive intorno al castello dalla caratteristica torre merlata a pianta quadrata ed alla vecchia chiesa parocchiale. Vallepietra infatti è situata nella Valle del Simbrivio un affluente dell'aniene, confina con il territorio di Camerata Nuova mentre i vicini Monti Tarino (1959 m.) e Autore (1853 m.) si tagliano imponentemente. in un documento vergato sotto il brevissimo pontificato di Niccolò II (fu Papa per soli due anni e precisamente dal 1059 al 1061) appare per la prima volta citata Vallepietra; essendo stata soppressa la diocesi di trevi passarono a quella di anagni tutti i paesini che dipendevano dalla cancellata curia. Gli abitanti di Trevi però si dettero molto da fare per ottenere ricostituita la loro diocesi fino a quando nel 1227 Gregori IX non li soddisfece in parte ordinando che la quarta parte delle decime dei luoghi sacri di Vallepietra fosse data all'abate della cattedrale di Trevi. Quest'ultima città durante il 1257 fu dal papa Alessandro IV data in feudo a suo nipote Rinaldo di Jenne dietro un obolo da lui offerto in occasione della festa di Onnisanti.

[caption id="attachment_4144" align="alignright" width="150" caption="Torre Caetani - Piazza Italia"][/caption]

La potente famiglia dei Caetani governò Vallepietra dal 1297 al 1670 dimorando nel castello quando venivano quì. Sempre nel maniero era la curia. A quel tempo il paese era cinto di mura con due ingressi: uno sulla via che portava a Roma e l'altro su quella che conduceva nel Regno di Napoli. Ancora oggi si accede nel paese attraverso Porta del Sole e Porta Napoletana. Il marchese Tiberio Astalli subentrò come feudatario ai Caetani nel 1670; nel 1767 fu comprato dal Conte G. Campagnoli Marefoschi e nel corso dell'Ottocento fu acquistato dalla nobile famiglia dei marchesi Troili. Proclamata la Repubblica Romana a poco a poco vennero meno i diritti feudali degli ultimi nobili proprietari.

  • Popolazione: 323 abitanti (vallepietrani)
  • Altitudine: 825 m s.l.m.
  • Distanza da Roma: 84 Km
  • Comuni limitrofi: Camerata Nuova, Cappadocia (AQ), Filettino (FR), Jenne, Subiaco, Trevi nel Lazio (FR).
  • Informazioni turistiche presso il comune ' Tel. 0774/899031; Pro Loco Piazza Marconi 2 Tel. 0774/899070
  DA VISITARE [caption id="attachment_4145" align="alignleft" width="150" caption="Santuario della SS Trinità"][/caption]

IL SANTUARIO DELLA SANTISSIMA TRINITA': Da secoli le popolazioni dell'Alto Lazio nutrono devozione per una icona della Santa Trinità affrescata sulla roccia di un minuscolo santuario situato in un'ampia grotta naturale presso le sorgenti del Simbrivio, sul versante meridionale del Monte Autore. Il pellegrinaggio al Santuario della Santissima Trinità, che ancora oggi coinvolge numerosissimi pellegrini, rappresenta un evento religioso di grande interesse antropologico, culturale e storico e riveste al tempo stesso una notevole importanza dal punto di vista economico per la massiccia presenza di venditori di gadget e punti ristoro ambulanti. In particolare va menzionata la Festa della Trinità (domenica successiva alla Pentecoste): il sabato precedente la festa, le 'compagnie' di pellegrini si incamminano dai vari paesini della Valle dell'Aniene verso il Santuario. Ogni compagnia è preceduta da uno sdendardo, portato da un devoto, su cui è raffigurata l'icona della Trinità. Arrivati al santuario si organizza la veglia notturna; la domenica mattina si apre invece con il 'Pianto delle Zitelle' che rievoca la Passione di Cristo. (Antiche Terre del Lazio).

[caption id="attachment_4148" align="alignleft" width="150" caption="Chiesa di San Giovanni Evangelista"][/caption]   Chiesa di San Giovanni Evangelista Resti del castello con torre. Centro visite Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini.         PRODOTTI TIPICI

Tozzetti, fagiolo cappellette, fagiolone pallino e romanesco, patate e cavolfiori.

  FESTE E SAGRE

25 luglio - Festa del Patrono, San Cristoforo.

Novembre ' Festa del fagiolo e dello scacchiato.

  DOVE MANGIARE

TRATTORIA LA NOCE: Via di Vallepietra, S.P.45 Km 19,500 ' Subiaco-Jenne-Vallepietra, località Casa Reale. Tel.: 347/7025333. A maggio, giugno e ottobre riposo settimanale il venerdì; a luglio, agosto e settembre sempre aperti.   trattorialanoce@libero.it

RISTORANTE SIMBRIVIO: Via SS. Trinità 11. Tel.: 0774/899019. www.ristorantesimbrivio.it

RISTORANTE LA BRACE: Via SS. Trinità (direzione santuario). Tel.: 0774/899126. Chiuso per riposo settimanale il martedì nel periodo invernale.

RISTORANTE/PIZZERIA DA AGNESE: Via Salvo D'Acquisto snc. Tel.: 0774/899015 ' 347/8816062. Riposo settimanale il lunedì dal 1 luglio al 1 novembre. Da novembre a giugno apre solo il fine settimana da venerdì a domenica.

RISTORANTE DA ROMANO: Piazza Italia 6. Tel.: 0774/899020. Chiuso da dicembre a febbraio

 
ultimo aggiornamento di Giovedì 09 Febbraio 2012 11:06
Valuta la pagina - stampa