«

»

ott 20 2018

Stampa Articolo

Caro pedaggi: A/24 – A/25: nuovo sollecito delle Istituzioni al Ministro sugli impegni assunti.

Luciano Romanzi Presidente X C.M.A. “aspettiamo con ansia e rinnovata fiducia che il Ministro delle Infrastrutture Toninelli dia al più presto concreto riscontro alle istanze che tanti amministratori locali hanno portato alla sua attenzione nel mese di gennaio, contro il rincaro del costo dei pedaggi, che soprattutto i pendolari, (che ogni giorno percorrono la A/24 – A/25 per recarsi a lavoro), non ritengono giusto di dover pagare perché profondamente sbagliato e ingiustificato”

di Emanuele Proietti

41827737_10214991270568781_4230004854791077888_nI Sindaci, gli Amministratori di Lazio e Abruzzo, i Presidenti della IX e X Comunità Montana dell’Aniene Luigino Testi e Luciano ROMANZI, impegnati nella lotta contro il “caro-pedaggi e la sicurezza A24/A25”, informano che nei giorni scorsi hanno nuovamente sollecitato il Ministro Toninelli a dare riscontro alle istanze formulate sin dal mese di Gennaio 2018 e riportate da ultimo alla sua attenzione con missiva del 28.09.2018 (prot. 8649 Comune Carsoli) rimaste, purtroppo ad oggi, ancora inascoltate:

1. La creazione di un Tavolo istituzionale, con la presenza della concessionaria Strada dei

Parchi, che possa giungere ad una ridefinizione dei criteri di concessione e garantire la

riduzione definitiva ed adeguata dei pedaggi autostradali. Detto Tavolo dovrà consentire

agli Amministratori di conoscere tutte le opere realizzate nonché quelle che si intendono

realizzare per garantire la sicurezza nei tratti autostradali A24/A25;

2. La declassificazione del tratto urbano della A24 che va dalla barriera di Roma Est fino

all’intersezione con la Tangenziale Est nonché la declassificazione da tratto montano a non

montano di numerosi tratti della A24/A25: l’accoglimento di dette richieste dovrà

comportare necessariamente ed automaticamente un’ulteriore riduzione dei pedaggi

autostradali oggi “falsati” da situazioni non veritiere. Altresì comunicano di aver scritto all’Autorità di Regolazione dei Trasporti alla quale il “Decreto Genova” ha attribuito le nuove competenze in materia di tariffe e sicurezza autostradale chiedendo un incontro da tenersi entro il corrente mese anche presso la sede di Torino. Qualora queste richieste dovessero rimanere ancora inascoltate i Sindaci e gli Amministratori di Lazio e Abruzzo preannunciano sin da ora una nuova manifestazione da tenersi il 31 Ottobre davanti alla sede del MIT in via Nomentana 2.

Dettagli sull'autore

Sonia

Permalink link a questo articolo: http://www.cmaniene.it/caro-pedaggi-a24-a25-nuovo-sollecito-delle-istituzioni-al-ministro-sugli-impegni-assunti/