↑ Torna a Aree tematiche

Stampa Pagina

Protezione Civile

Sala Operativa della Comunità Montana dell’Aniene
Piazza 15 martiri, 00020 Agosta

ORARIO DI APERTURA AL PUBBLICO
Dal Lunedì al Venerdì: 9.00-13.00

 

RESPONSABILE Giuseppe Pelliccia
Telefono e Fax 0774809387
Web www.protezionecivilesubiaco.it
e-mail info@protezionecivilesubiaco.it
 

FUNZIONI
Il Coordinamento di Protezione Civile della Comunità Montana dell’Aniene coordina gli interventi di emergenza sul territorio di competenza della comunità montana. Nel caso della Comunità Montana dell’Aniene è operativo anche in ordinario, specialmente durante la Campagna A.I.B. (antincendio boschivo) e nel periodo invernale e funge da punto di riferimento e di raccordo sul territorio per le attività di protezione civile.

La Sala Operativa della COmunità Montana dell’ANiene è in contatto via radio e via filo con la SOUP della Regione Lazio (Sala Operativa Unificata Permanente), il comando stazione dei Vigili del Fuoco di Subiaco, il Corpo Forestale dello Stato, Carabinieri e Polizia Locale.

Il Coordinamento non si limita al solo intervento di soccorso nel caso di disastri e calamità, ma parte dell’attività è destinata alle attività di previsione e prevenzione attraverso il monitoraggio del territorio.

 

NORMATIVA DI RIFERIMENTO
La legge quadro n° 225 del 1992 prevede espressamente che le competenze della Protezione Civile si articolino in maniera complessa: non solo nella semplice gestione del dopo emergenza, ma in una serie integrata di attività che coprono tutte le fasi del “prima e del dopo”, secondo i quattro versanti della Previsione – Prevenzione – Soccorso – Ripristino.
 

IL METODO AUGUSTUS
Il coordinamento di protezione civile a livello territoriale avviene attraverso il Metodo Augustus, che permette ai rappresentanti di ogni funzione operativa – sanità, volontariato, telecomunicazioni –  di interagire direttamente tra loro ai diversi Tavoli Decisionali e nelle sale operative dei vari livelli, avviando così in tempo reale processi decisionali collaborativi. I rappresentanti delle diverse funzioni sono coordinati da un Disaster Manager cioè un dirigente del soccorso.

Il Metodo Augustus deve il nome all’imperatore romano Augusto, il primo ad aver costituito “tavoli consultivi” tra i suoi collaboratori. Augusto sosteneva che “Il valore della pianificazione diminuisce con l’aumentare della complessità degli eventi”. Quindi questo metodo si distingue per semplicità e flessibilità.

I Centri Operativi:

  • C.O.C. – Centro Operativo Comunale, coordina le attività a livello comunale-locale; il è il Sindaco o un suo Delegato.
  • C.O.I. – Centro Operativo Intercomunale, ha le stesse funzioni del C.O.C. ma su ambito territoriale comprendente più comuni o una comunità montana.
  • C.O.M. – Centro Operativo Misto è un Centro Operativo di livello superiore. Si attiva per un’emergenza che copre una vasta area. Possono esserci più di un C.O.M. per stare il più possibile vicino al luogo dell’evento.
  • Di.Coma.C. – Direzione di Comando e Controllo, organo decisionale di livello nazionale attivato nelle grandi calamità e situata solitamente presso la sede del Dipartimento di Protezione Civile a Roma. Eccezionalmente può essere proiettata nelle retrovie del teatro operativo.

 

Permalink link a questo articolo: http://www.cmaniene.it/aree-tematiche/protezione-civile/