«

»

mar 19 2018

Stampa Articolo

AMPLIATA LA DETRAZIONE D’IMPOSTA PER GLI STUDENTI FUORI SEDE

Ufficio di Presidenza

AMPLIATA LA DETRAZIONE D’IMPOSTA PER GLI STUDENTI FUORI SEDE

 Il Presidente:

Visto l’interesse dell’UNCEM al decreto fiscale “Detrazione d’imposta a studenti universitari delle Zone montane” di cui si condividono contenuti e finalità e ritenuto di dover aderire e sostenere la stessa poiché è di fondamentale importanza per le famiglie e gli studenti delle zone montane italiane per rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale e che si attuino provvedimenti legislativi per le zone montane al fine del conseguimento di equi rapporti sociali.

Tenendo conto che si tratta di una misura importante, che va nella direzione di applicare gli articoli 3 e 44 della Costituzione che stabiliscono come sia obbligo della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale e che si attuino provvedimenti legislativi per le zone montane al fine del conseguimento di equi rapporti sociali. Il fallimento della logica dell’Università sotto casa degli anni ’90 ha sancito la fine di una fase che immaginava di trasferire gli Atenei nel diffuso e complesso territorio italiano, e ha rafforzato l’esigenza storica degli studenti delle zone montane e delle loro famiglie di sobbarcarsi di consistenti oneri aggiuntivi rispetto ai residenti delle città per permettersi adeguati studi universitari. Questa misura va nella direzione di ripristinare maggiore giustizia e eguaglianza, per evitare che vivere nelle zone montane significhi essere cittadini di serie B. Certo, non è esaustiva in sé, ma rispetto al passato è un significativo passo in avanti che si lega ad altri provvedimenti sui quali stiamo lavorando lavorato ottenendo risultati importanti.

Infatti nella Gazzetta Ufficiale del 05 dicembre 2017, n 284 è stata pubblicata la legge 04 dicembre 2017, n. 172, recante “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 16 ottobre 2017, n. 148, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. Modifica alla disciplina dell’estinzione del reato per condotte riparatorie“.

Il provvedimento – entrato in vigore il 05 dicembre u.s. – modificando l’art. 15, comma 1, lett. i-sexies) del TUIR, ha previsto l’estensione della detrazione IRPEF del 19% alle spese per canoni di locazione sostenute da studenti universitari fuori sede residenti in zone montane o disagiate iscritti ad un corso di laurea presso una Università situata in un Comune distante almeno 50 km da quello di residenza.

Il decreto legge “fiscale” è stato convertito, con modificazioni, in legge e successivamente pubblicata in gazzetta ufficiale.

Tra le novità più rilevanti, si segnalano le modifiche apportate all’art. 15, comma 1, lett. i-sexies) del Testo Unico delle Imposte sui Redditi: al riguardo, la detrazione d’imposta per canoni di locazione, prevista per gli studenti universitari fuori sede, viene estesa anche all’ipotesi in cui l’università sia ubicata in un comune distante da quello di residenza almeno 50 km e gli studenti fuori sede siano residenti in zone montane o disagiate.

Le novità in tema di detrazione d’imposta per i canoni di locazione

La detrazione dell’importo massimo di € 2.633,00 dei canoni di locazione derivanti:

  • dai contratti di locazione stipulati o rinnovati, ex legge n. 431/1999,
  • dei canoni relativi ai contratti di ospitalità,
  • degli atti di assegnazione in godimento o locazione, stipulati con enti per il diritto allo studio, università, collegi universitari legalmente riconosciuti, enti senza fine di lucro e cooperative

riconosciuta:

  • agli studenti iscritti al corso di laurea presso una università ubicata in un comune diverso da quello di residenza, distante da quest’ultimo almeno 100 chilometri;
  • agli studenti residenti in zone montane o disagiate, iscritti al corso di laurea presso una università ubicata in un comune diverso da quello di residenza, distante da quest’ultimo almeno 50 chilometri.

Ai fini della detrazione, inoltre, non è più richiesto che il comune di ubicazione dell’università debba essere situato in una provincia diversa da quella di residenza dello studente.

A fronte delle suddette modifiche introdotte, la detrazione d’imposta prevista per gli studenti universitari fuori sede trova applicazione limitatamente ai periodi d’imposta in corso al 31 dicembre 2017 ed al 31 dicembre 2018.

Dettagli sull'autore

Sonia

Permalink link a questo articolo: http://www.cmaniene.it/ampliata-la-detrazione-dimposta-per-gli-studenti-fuori-sede/